Radio Arezzo

 

Live Streaming

On Air Caricamento...

Arezzo centro d'Italia per la neurochirurgia, Toscana polo di eccellenza per ricerca e formazione

Apprendere i nuovi strumenti tecnologici e il loro corretto utilizzo da operazioni sui cadaveri. Arezzo ha ospitato la 6a edizione del Corso internazionale di dissezione "hands-on" rivolto agli specialisti in Neurochirurgia su preparati anatomici, riguardanti i vari approcci alle patologie neoplastiche e vascolari cerebrali. Il focus di quest'anno presso la sede della ICLO di Arezzo si è concentrato principalmente sul contributo della tecnologia, talmente avanzati da poter permettere un risultato mai così preciso."Negli ultimi 10 anni l'innovazione tecnologica ha sovvertito il modo di intendere e fare chirurgia, in particolare quella neurologica - precisa il Prof.  Luciano Mastronardi, Direttore UOC Neurochirurgia dell’Ospedale San Filippo Neri di Roma - ASL Roma1 e Presidente della Associazione Italiana di Dissezione Anatomica (AIDA) - Il cambiamento principale è stato riportato nel campo cerebrale, con strumenti sempre all'avanguardia che permettono procedure più rapide e più efficaci. Da un punto di vista produttivo l'Italia è sempre stata all'avanguardia rispetto ai paesi di tutto il mondo. Le strutture italiane, infatti, riescono ad abbracciare velocemente questo cambiamento, rendendo i loro servizi sempre più efficaci ed efficienti"  

Leggi tutto: Arezzo centro d'Italia per...

L'Arezzo ha un nuovo allenatore, è Bucaro. Nello staff anche Gallastroni. Intanto Capuano scrive ai tifosi: "Tornerò"

L'U.S. Arezzo ha un nuovo allenatore, mister Giovanni Bucaro, e un nuovo staff tecnico, composta da Roberto Gallastroni, Alessandro Violetti, Claudio Luzzi e Alessandro Ducci. Il nuovo tecnico e il suo staff sono stati presentati nel corso di una conferenza che avrà luogo nella sala stampa dello Stadio Comunale "Città di Arezzo"   Intanto Ezio Capuano scrive a tutti i tifosi dell'Arezzo:

Leggi tutto: L'Arezzo ha un nuovo...

Ferretti e l'Arezzo che verrà: protagonisti con i giovani. Con Capuano divorzio a fine stagione

"L'Arezzo che verrà sarà più ambizioso, vogliamo fare un campionato da protagonisti anche se non prometto la serie B. Punteremo molto su giovani bravi, anche di serie A". Parole e musica del presidente dell'Arezzo Mauro Ferretti, che ha parlato in conferenza stampa  Sul futuro di Capuano...

Leggi tutto: Ferretti e l'Arezzo che...

Tito Barbini, il viaggiatore bufalo che scarta di lato e "Quell'idea che ci era sembrata così bella"

"Quell'idea che ci era sembrata così bella - da Berlinguer a Renzi, il lungo viaggio" (Aska Edizioni), nono libro di Tito Barbini, è un viaggio attraverso le grandi speranze del Novecento e la politica italiana della Sinistra, da Berlinguer a Matteo Renzi. Ex presidente della Provincia di Arezzo, ex Sindaco di Cortona ed ex Consigliere Regionale, con una vita ricca di esperienze da mettere a disposizione, Barbini, nell'intenso calendario di presentazioni, lascia grande spazio all'attualità e alla riflessione politica. Radio Arezzo vi propone la presentazione tenutasi a Castiglion Fiorentino 

  

A cura di Paolo Ciampi il bel prologo su "Quell'idea che ci era sembrata così bella - da Berlinguer a Renzi, il lungo viaggio"

Leggi tutto: Tito Barbini, il viaggiatore...

Arezzo Passioni Festival, oltre 300 per Myrta Merlino all'evento di Meaccci. A sorpresa sul palco anche Tommaso Cerno

Gremita come mai prima d'ora. La sala del Circolo artistico di Arezzo ha ospitato quasi trecento persone ieri sera per l'anteprima primaverile del Passioni Festival, ideato e organizzato da Marco Meacci: la giornalista, conduttrice e autrice televisiva Myrta Merlino, popolare volto de L'Aria che tira su La7, ha intrattenuto per un'ora e mezzo il pubblico, raccontando molto di sé, attraverso la sua ultima fatica letteraria, il saggio Madri, edito da Rizzoli. A sorpresa, la presenza tra il pubblico di un ospite d'eccezione, il giornalista Tommaso Cerno, protagonista del penultimo appuntamento del Passioni Festival lo scorso febbraio, quando – sempre nella cornice del Circolo artistico – aveva presentato il suo libro A Noi. Cerno è poi salito sul palco per duettare simpaticamente con l'autrice di Madri  “Sono molto contenta di essere ad Arezzo, una città che conosco poco ma che mi incuriosisce molto”, ha esordito Myrta Merlino dal palco del Passioni. Introdotta da Marco Meacci, ideatore del festival, la conduttrice di La7 ha fatto così la sua rentrée ad Arezzo dopo una piccola pausa dalla tv per indisposizione; già domani tornerà domani in onda a L'Aria che tira. Nella serata aretina è stata incalzata dalle domande di Enrica Cherici, giornalista di Arezzo Tv e Arezzo Notizie che ha moderato l'appuntamento, e da quelle di altre due ospiti: Loretta Fabbri, direttrice del dipartimento di Scienze della Formazione dell'Università di Siena, e la giovane studentessa universitaria Francesca Clara Sergi, che – nella discussione – ha proposto il punto di vista filiale  “Ho scritto questo libro sulla scia di un'emozione – ha aggiunto Myrta Merlino - l'immagine di Toya, madre di Baltimora, che è diventata un simbolo. Una madre che prende a schiaffi suo figlio, un ragazzone che vuol prendere parte a un pericoloso corteo ed è pronto a scontrarsi con la polizia. Toya è un esempio forte di madre che ha cura del proprio figlio, nonostante la protesta di Baltimora fosse per una giusta causa. Madri, partito da questo episodio, rappresenta il libro della mia vita. Iniziando a scriverlo, mi sono resa conto che lo covavo da 18 anni, da quando ero incinta per la prima volta. Grazie al libro sono riuscita a tirare fuori una parte molto intima di me: l'esperienza della maternità è stata il motore che mi ha permesso di scrivere”   La presentazione ha offerto numerosi spunti di riflessione, ma è stata anche toccata da momenti di leggerezza (“Tutte le volte che mi dicono: 'Dal vivo sembri più magra e bella', rispondo: 'Cioè? In tv sono brutta e cicciona?'”, ha detto Myrta Merlino), nel finale c'è stato il duetto con Tommaso Cerno. Tra il pubblico, presenti numerose figure istituzionali: il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli, il presidente della Provincia di Arezzo Roberto Vasai, il sindaco di Castiglion Fibocchi Salvatore Montanaro, la senatrice Donella Mattesini e la vice presidente del Consiglio regionale della Toscana Lucia De Robertis. Al termine della presentazione lunga fila per il firma-copie, prima del buffet proposto da Podere Pendolino offerto da Prodigio Divino 

 

Meteo Arezzo

Estra
Premio Mecenate
ElencoSi
Fondazione Monnalisa
 

Video della settimana