Radio Arezzo
Radio Arezzo

 

Video Home

 

Live Streaming

On Air Caricamento...

Stefania Giannini in Casentino visita le eccellenze didattiche delle scuole di montagna: "Queste realtà ispireranno il Governo nel realizzare la riforma della scuola"

Una giornata dedicata alle scuole di montagna nei piccoli comuni toscani montani e rurali, quella che venerdi 6 marzo ha visto la presenza in Casentino del Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini. Il Ministro ha visitato tre delle eccellenze scolastiche del territorio, raccogliendo da autorità civili e scolastiche le istanze da rappresentare nella cosiddetta “riforma della buona scuola”, quella che appunto il Governo si appresta a varare tra pochi giorni e che Stefania Giannini ha voluto sintetizzare 

Stefania Giannini in Casentino visita le eccellenze didattiche delle scuole di montagna: "Queste realtà ispireranno il Governo nel realizzare la riforma della scuola"

Caricato Venerdì 13 Marzo 2015 in AudioNews | 421 visualizzazioni

Prima la visita alla scuola di Montemignaio, che già da alcuni anni sta portando avanti il progetto “a scuola senza zaino”, poi quella alla nuova scuola media di Soci, nel Comune di Bibbiena, inaugurata da poche settimane e dotata di molte nuove tecnologie applicabili all’insegnamento. A seguire, il momento centrale della giornata, ad Ortignano Raggiolo, presso la sede dell’azienda Miniconf, con la “Conferenza sulle scuole di Montagna”. Tra i relatori intervenuti, oltre al Ministro Giannini,  Ivano Versari, Sindaco di Ortignano Raggiolo, Eleonora Ducci, Assessore dell’Unione dei Comuni Montani del Casentino, Oreste Giurlani, Presidente Uncem Toscana, Francesca Giurlani, Dirigente scolastico, Vincenzo Ceccarelli, Assessore alle infrastrutture e alla mobilità della Regione Toscana e Giovanni Basagni, Presidente di Miniconf. “Le tre esperienze che ho potuto vedere oggi – ha sintetizzato il Ministro Giannini – segnano tre tappe fondamentali del percorso che il Governo Renzi e il mio Ministero hanno presentato attraverso un progetto educativo che poi si tradurrà in riforma con il veicolo legislativo, perché questo è lo strumento che in Politica trasforma i sogni in realtà". Poi un elogio alle realtà scolastiche casentinesi: "Queste realtà che mi avete oggi mostrato, già realizzate in diversi fasi, saranno il faro e il timone del progetto educativo che ispirerà il Governo nel realizzare la nuova riforma per la scuola di domani”

Stefania Giannini in Casentino visita le eccellenze didattiche delle scuole di montagna: "Queste realtà ispireranno il Governo nel realizzare la riforma della scuola"

Caricato Venerdì 13 Marzo 2015 in AudioNews | 421 visualizzazioni

Leggi tutto: Stefania Giannini in...

"Il Teatro è chiuso e noi lo facciamo in luoghi non convenzionali": Chiara Renzi presenta Small ad Arezzo e Shop Theatre a Cortona

"Visto che il Teatro ad Arezzo continua a rimanere chiuso e noi abbiamo l'urgenza di esprimerci, abbiamo deciso di mettere in scena piccole pièce in luoghi non convenzionali,  ovviamente con tutti i limiti del caso, a partire per esempio dall'esiguo numero di spettatori, ma penso che per fare teatro ci vogliano in primo luogo gli attori e i pubblico", dichiara Chiara Renzi. E' così che nel centro di Arezzo il teatro invade una sala del bistrot del Biolentocafè in Piazza San Michele 15 ad Arezzo: cabaret, canzoni vintage, storie di vita quotidiana, teatro e musica dal vivo in una dimensione intima ed accogliente per circa 30 spettatori. In tutto tre appuntamenti: il primo è per il 5 marzo alle 21:30 con "La vera storia dei Mole People", di e con Elisabetta Granara, per la consulenza musicale di Michele Bernabei; si replica giovedi 16 aprile con "La lista", reading musicale di e con Claudia Manini, musiche composte ed eseguite dal vivo da Andrea Ciri; giovedi 30, sempre alle 21:30, "Nella gioia e nel dolore", di e con Elio Colasanto e Alessia Garofalo. La rassegna è ideata e coordinata da Chiara Renzi, presidente dell'Associazione Culturale rumorBianc(o) 

"Il Teatro è chiuso e noi lo facciamo in luoghi non convenzionali": Chiara Renzi presenta Small ad Arezzo e Shop Theatre a Cortona

Caricato Venerdì 13 Marzo 2015 in AudioNews | 552 visualizzazioni

Leggi tutto: "Il Teatro è chiuso e noi lo...

Il primo vaccino contro la meningite da meningococco B è ora disponibile anche in Toscana: Chiara Azzari, direttore della Clinica Pediatrica Meyer e Paolo Bonanni, professore ordinario di Igiene all’Università di Firenze

Disponibile anche in Toscana il primo vaccino da meningococco B, inserito nel calendario vaccinale della nostra Regione, che lo offre in modo gratuito a tutti i bambini nati dal 1° gennaio 2014. Frutto di una ventennale ricerca italiana, e per questo insignito del prestigioso Premio Galeno 2014, questo vaccino rappresenta un importante passo avanti verso un futuro libero dalla meningite di tipo B, un’infezione particolarmente temuta, perché improvvisa e subdola che all’inizio si manifesta con sintomi molto simili a quelli di una forte influenza. Poiché una diagnosi corretta è spesso difficile all’esordio, il vaccino costituisce l’unico vero strumento di prevenzione verso questa malattia spesso mortale e portatrice di gravi complicanze in chi sopravvive. I soggetti più a rischio sono i bambini entro l’anno di età, che hanno un rischio 17 volte maggiore di contrarre la meningite di tipo B rispetto al resto della popolazione. Per questo motivo il vaccino è somministrabile a partire dai due mesi di vita; infatti sotto l'anno di vita è una delle fasce di età più a rischio, come spiega Chiara Azzari, direttore della Clinica Pediatrica dell’azienda ospedaliero-universitaria Meyer di Firenze 

Il primo vaccino contro la meningite da meningococco B è ora disponibile anche in Toscana: Chiara Azzari, direttore della Clinica Pediatrica Meyer e Paolo Bonanni, professore ordinario di Igiene all’Università di Firenze

Caricato Venerdì 13 Marzo 2015 in AudioNews | 326 visualizzazioni

Pediatri di famiglia e ASL di pertinenza sono a disposizione per dare maggiori informazioni sulle quattro dosi previste, tre nell’arco del primo anno e un richiamo al compimento dell’anno, che devono essere completate per ottenere la maggiore protezione possibile. Il vaccino viene offerto "in regime di gratuità a tutti i bambini a partire da quelli nati nel 2014", precisa Paolo Bonanni, professore ordinario di Igiene all’Università degli Studi di Firenze 

Il primo vaccino contro la meningite da meningococco B è ora disponibile anche in Toscana: Chiara Azzari, direttore della Clinica Pediatrica Meyer e Paolo Bonanni, professore ordinario di Igiene all’Università di Firenze

Caricato Venerdì 13 Marzo 2015 in AudioNews | 326 visualizzazioni

Il vaccino contro il meningococco B si propone pertanto come un’offerta di vita. È infatti sicuro, perché realizzato partendo dal genoma del batterio, ed efficace perché previene la malattia nell’80-90 per cento dei casi. Grazie ad esso può dirsi iniziato il cammino verso l’eradicazione della meningite di tipo B.

16 interventi per la ciclopista dell'Arno, 3,4 milioni di euro per lavori sulle strade toscane, 35 mila euro per valorizzare le linee minori: ne parliamo con Vincenzo Ceccarelli e Sara Biagiotti

E' stato firmato in Regione un accordo che consentirà l'avvio di 16 interventi verso il completamento del sistema Ciclopista dell'Arno e Sentiero della Bonifica, l'itinerario ciclabile che segue il fiume Arno dal Falterona alla foce e si snoda ulteriormente nel territorio aretino e senese lungo il corso del Canale Maestro della Chiana. L'accordo ha visto la firma di Regione Toscana, Anci Toscana, la Città Metropolitana di Firenze, le Province di Arezzo, Pisa e Siena, l'Unione dei Comuni montani del Casentino e altri 57 Comuni toscani. In base a questo ben 4,2 milioni di euro saranno destinati alla realizzazione di 6 nuovi tratti di ciclabile e alla progettazione di altre 10 opere. Si tratta di passi in avanti importanti verso il completamento di un'opera che una volta conclusa sarà lunga in tutto 432 km. "Il completamento di questo grande itinerario ciclabile è ora vicino - ha spiegato l'assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli - e presto potremo finanziare una nuova tranche di interventi che  porterà a termine tutta l'opera"

16 interventi per la ciclopista dell'Arno, 3,4 milioni di euro per lavori sulle strade toscane, 35 mila euro per valorizzare le linee minori: ne parliamo con Vincenzo Ceccarelli e Sara Biagiotti

Caricato Giovedì 01 Gennaio 1970 in AudioNews | 390 visualizzazioni

"In questo accordo – spiega la presidente di Anci Toscana Sara Biagiotti – l'associazione dei Comuni conferma il suo impegno in un progetto in cui crede molto

16 interventi per la ciclopista dell'Arno, 3,4 milioni di euro per lavori sulle strade toscane, 35 mila euro per valorizzare le linee minori: ne parliamo con Vincenzo Ceccarelli e Sara Biagiotti

Caricato Giovedì 01 Gennaio 1970 in AudioNews | 390 visualizzazioni

Quasi tre milioni e mezzo di euro destinati dalla Regione alla sicurezza stradale, in particolare ad interventi urgenti su punti particolarmente critici della viabilità regionale. Tra questi i principali interesseranno la messa in sicurezza della SR 68 'di Val di Cecina' nel Comune di Volterra nel tratto noto come 'curva della morte' (intervento di 1,5 milioni), gli interventi su alcune curve a raggio molto stretto della SR 70 'della Consuma' nel Comune di Pelago (1,5 milioni di euro) e la messa in sicurezza di un tratto della SR 258 nel Comune di Badia Tedalda (400mila euro). La decisione è stata presa nel corso dell'ultima riunione della giunta regionale su proposta dell'assessore alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli: "La Toscana continua a mettere la sicurezza stradale tra le proprie priorità - ha detto - e per questo nonostante la scarsità di risorse disponibili siamo al fianco delle amministrazioni comunali che si impegnano per rendere possibili interventi sulle strade dove il tasso di incidentalità è elevato"

16 interventi per la ciclopista dell'Arno, 3,4 milioni di euro per lavori sulle strade toscane, 35 mila euro per valorizzare le linee minori: ne parliamo con Vincenzo Ceccarelli e Sara Biagiotti

Caricato Giovedì 01 Gennaio 1970 in AudioNews | 390 visualizzazioni

La Toscana continua a scommettere sulla valorizzazione a fine turistici o sociali delle linee ferroviarie minori in contesti territoriali di elevata valenza storica e ambientale: le ferrovie Siena-Grosseto, Cecina-Saline di Volterra, Porretta Terme-Pistoia, Arezzo-Pratovecchio-Stia; Arezzo-Sinalunga. Dopo il primo bando, uscito nel giugno 2014, anche per il 2015 la giunta ha rifinanziato il contributo totale di 35 mila euro per i progetti di valorizzazione presentati da Province, Comuni e associazioni. Obiettivo è incrementare l'utenza sperimentando nuove soluzioni. "Ancora una volta - ha spiegato l'assessore Ceccarelli - ribadiamo che la volontà della Regione è quella di tenere aperte le ferrovie minori, una scelta in controtendenza rispetto a molte altre realtà italiane"

16 interventi per la ciclopista dell'Arno, 3,4 milioni di euro per lavori sulle strade toscane, 35 mila euro per valorizzare le linee minori: ne parliamo con Vincenzo Ceccarelli e Sara Biagiotti

Caricato Giovedì 01 Gennaio 1970 in AudioNews | 390 visualizzazioni

 

Liceo Artistico “Piero della Francesca” di Arezzo: presentato il Contest “L’Essenza del Fair Play”

Presentato questa mattina, presso l’Aula Magna del Liceo Artistico “Piero della Francesca” di Arezzo, il Contest “L’Essenza del Fair Play”. La mattinata è stata introdotta dal Preside Tagliaferri

Liceo Artistico “Piero della Francesca” di Arezzo: presentato il Contest “L’Essenza del Fair Play”

Caricato Giovedì 01 Gennaio 1970 in AudioNews | 699 visualizzazioni

Il contest, promosso dall'Associazione Premio Internazionale Fair Play Mecenate, in collaborazione con l'Ufficio Scolastico Provinciale di Arezzo, si sviluppa attraverso i maggiori social network con l’ obiettivo  di promuovere e diffondere i valori del fair play , della correttezza e della lealtà  che da sempre sono la mission del Premio Internazionale Fair Play Mecenate, come ha ricordato il Presidente Angelo Morelli 

Liceo Artistico “Piero della Francesca” di Arezzo: presentato il Contest “L’Essenza del Fair Play”

Caricato Giovedì 01 Gennaio 1970 in AudioNews | 699 visualizzazioni

Attraverso Facebook, Twitter e Instagram, gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado sono stati invitati a produrre elaborati scritti, foto e video della durata di 15 secondi che rappresentino per loro l'essenza del Fair Play. Sarà poi una Giuria formata da esperti nell’ambito della comunicazione e valutare gli elaborati prodotti e pubblicati su Facebook, Twitter e Instagram entro il 31 maggio 2015. La Giuria terrà conto dell’originalità, de numero di “Mi piace” e retweet. Gli elaborati saranno valutati da Guido Albucci (direttore di Radio Arezzo e Radio Italia 5), Enrica Cherici (giornalista di Arezzo Notizie e ArezzoTV), Alessandro Falsetti (fotografo professionista) e Matteo Marzotti (giornalista e addetto  stampa del Premio Fair Play Menarini), che ha spiegato le modalità di partecipazione

Liceo Artistico “Piero della Francesca” di Arezzo: presentato il Contest “L’Essenza del Fair Play”

Caricato Giovedì 01 Gennaio 1970 in AudioNews | 699 visualizzazioni

Il miglior elaborato scritto sarà utilizzato come slogan ufficiale della XIX edizione del Premio Internazionale Fair Play Menarini, mentre la foto e il filmato migliori verranno inseriti nel contesto dei materiali promozionali della manifestazione (sigla tv, presentazione Premio, ecc...) facendo riferimento alla fonte di provenienza.

Leggi tutto: Liceo Artistico “Piero della...

 

Meteo Arezzo

 

Video della settimana