Radio Arezzo
Radio Arezzo

 

Video Home

 

Live Streaming

On Air Caricamento...

Il Grand Tour e le origini del 3D ad Arezzo a quota 45 mila visitatori. In arrivo la moda

Quarantacinquemila visitatori e un successo di pubblico ben distribuito nei mesi di apertura della mostra che ha permesso di valorizzare il sottochiesa della Basilica di San Francesco e il Museo Archeologico Nazionale “Gaio Cilnio Mecenate” di Arezzo. La doppia location ha funzionato e ha stimolato anche in termini numerici tutto il sistema museale aretino. Sarà possibile visitare la mostra fino a domenica 5 novembre. Per il 2018 si ripeterà lo schema della mostra diffusa per un nuovo progetto che ancora una volta occuperà tutta l’estate aretina e che avrà un tema fortemente legato al territorio: la moda. Sarà una mostra che interpreterà attraverso un taglio espositivo originale e coinvolgente per il pubblico, il progetto è ancora in corso di definizione. Spiega Lorenzo Soave, direttore Mostre e Musei di Munus

Il Grand Tour e le origini del 3D ad Arezzo a quota 45 mila visitatori. In arrivo la moda

Caricato Venerdì 03 Novembre 2017 in AudioNews | 711 visualizzazioni

Leggi tutto: Il Grand Tour e le origini...

Fusioni di Comuni, c'è chi dice no: Laterina e Pergine Valdarno nuovi comuni unificati in terra aretina, il Casentino resta diviso

Due sì e due no alla fusione tra Comuni. Si è conclusa così la tornata elettorale che ieri e domenica ha visto al voto gli abitanti di dodici Comuni della Toscana chiamati a pronunciarsi sulla proposta di accorpamento tra territori. Hanno detto sì in modo inequivocabile alla fusione i due Comuni elbani di Rio Marina e Rio nell'Elba (60% di sì alla fusione), e quelli aretini di Laterina e Pergine Valdarno in provincia di Arezzo (53,73%). I no si sono registrati nel Casentino, dove sono state bocciate entrambe le fusioni proposte: decisivi i no di Chitignano e di Chiusi della Verna, mentre a Bibbiena, Ortignano Reggiolo e Castel Focognano hanno prevalso i sì. No alla fusione anche in Garfagnana, a causa del “no” espresso dai cittadini di Fosciandora, nonostante i sì abbiano prevalso a Pieve Fosciana e San Romano in Garfagnana

Fusioni di Comuni, c'è chi dice no: Laterina e Pergine Valdarno nuovi comuni unificati in terra aretina, il Casentino resta diviso

Caricato Martedì 31 Ottobre 2017 in AudioNews | 182 visualizzazioni

Valdichiana Outlet Village con Enel per il progetto Eva+: il pieno di energia in 20 minuti con ricarica veloce Fast recharge

Sono state inaugurate questa mattina, con una carovana completamente elettrica, le nuove stazioni di ricarica veloce Fast Recharge del progetto EVA+ installate da Enel a Barberino del Mugello, appena fuori dal casello autostradale, a Firenze in viale Guidoni e a Foiano della Chiana presso il parcheggio del Valdichiana Outlet Village. Alle varie tappe sono intervenuti Federico Caleno, responsabile solutions development e-mobility di Enel, l’assessore regionale viabilità e trasporti Vincenzo Ceccarelli, l’assessore allo sviluppo economico del Comune di Firenze Cecilia Del Re, il sindaco del Comune di Barberino del Mugello Giampiero Mongatti, il sindaco di Foiano della Chiana Francesco Sonnati, i rappresentanti delle case automobilistiche, il direttore del Valdichiana Outlet Village Riccardo Lucchetti, il responsabile gestione Multi Outlet Management Italy Massimiliano Peron e il referente affari istituzionali Enel Toscana e Umbria Emiliano Maratea 

Valdichiana Outlet Village con Enel per il progetto Eva+: il pieno di energia in 20 minuti con ricarica veloce Fast recharge

Caricato Venerdì 20 Ottobre 2017 in AudioNews | 261 visualizzazioni

Leggi tutto: Valdichiana Outlet Village...

A.a.a. cedesi a zero euro società di calcio con 600 mila euro di debiti spalmati in 48 rate

Mauro Ferretti lascia l'Arezzo. Da subito. Causa crisi delle sue aziende, che vanterebbero numerosi crediti, anche con lo stato, l'imprenditore romano sacrifica la società amaranto. Arezzo affidata a Riccioli, incaricato di sondare l'esistenza di eventuali cordate, meglio se  aretine, interessate all'acquisto a zero euro. Che poi zero non è, visto che il nuovo acquirente dovrebbe farsi carico della situazione debitoria pari a 600 mila euro in 48 rate e costi di gestione annuale pari a 2 milioni di euro. Ferretti ha annunciato inoltre di avere pagato gli stipendi, ma non i contributi: in arrivo altri due punti di penalizzazione. Se non si fa avanti nessuno, è a rischio la stagione e all'orizzonte c'è il fallimento della società 

A.a.a. cedesi a zero euro società di calcio con 600 mila euro di debiti spalmati in 48 rate

Caricato Mercoledì 18 Ottobre 2017 in AudioNews | 268 visualizzazioni

Porta Sant'Andrea vince la 135^ edizione della Giostra del Saracino, stacca Porta Santo Spirito e incalza Porta Crucifera

Cinque e cinque dieci. Porta Sant’Andrea vince la 135esima edizione della Giostra del Saracino con due centri perfetti e porta in via della Gagliarde la lancia d’oro numero 36 dedicata all’architetto Dante Viviani, che all’inizio del Novecento realizzò la facciata del Duomo di Arezzo così come la vediamo oggi completando un’opera rimasta per secoli incompiuta. E’ stato proprio Sant’Andrea ad aprire la Piazza con Stefano Cherici che in sella all’esordiente Sibilla piazza un centro da manuale mettendo subito la Giostra in salita per gli altri tre quartiere. Elia Cicerchia in sella a El Chico non va oltre il 4, così come Gabriele Innocenti all’esordio in Giostra per Porta del Foro. Per Porta Crucifera è Filippo Fardelli in sella a Jessica, con cui ha corso anche a giugno, a correre la prima carriera, ma il giostratore rossoverde nell’impatto col Buratto perde la lancia e di conseguenza tutti i punti. Riparte Sant’Andrea e Enrico Vedovini copia il compagno di casacca centrando un altro 5. Di fatto i biancoverdi ipotecano la vittoria dato che solo una lancia spezzata potrebbe cambiare le carte. Gianmaria Scortecci in sella a Doc non va oltre il 4, stesso punteggio per Porta del Foro con Vernaccini. Anche il tiro di Andrea Carboni per Porta Crucifera si ferma sul 4. Con 10 punti Sant’Andrea torna a vincere dopo due anni (4 giostre) di egemonia gialloblù, l’ultima vittoria dei bianco verdi risale a settembre 2015. La Lancia d’Oro realizzata da Ugo Riva va a Sant’Andrea che sale così a 36 vittorie, una in meno di Porta Crucifera (37 vittorie) e sorpassa nuovamente Porta Santo Spirito (35 vittorie)

Porta Sant'Andrea vince la 135^ edizione della Giostra del Saracino, stacca Porta Santo Spirito e incalza Porta Crucifera

Caricato Lunedì 04 Settembre 2017 in AudioNews | 438 visualizzazioni

 

 

Meteo Arezzo

 

Video della settimana