Radio Arezzo
Radio Arezzo

Valdichiana Outlet Village con Enel per il progetto Eva+: il pieno di energia in 20 minuti con ricarica veloce Fast recharge

Sono state inaugurate questa mattina, con una carovana completamente elettrica, le nuove stazioni di ricarica veloce Fast Recharge del progetto EVA+ installate da Enel a Barberino del Mugello, appena fuori dal casello autostradale, a Firenze in viale Guidoni e a Foiano della Chiana presso il parcheggio del Valdichiana Outlet Village. Alle varie tappe sono intervenuti Federico Caleno, responsabile solutions development e-mobility di Enel, l’assessore regionale viabilità e trasporti Vincenzo Ceccarelli, l’assessore allo sviluppo economico del Comune di Firenze Cecilia Del Re, il sindaco del Comune di Barberino del Mugello Giampiero Mongatti, il sindaco di Foiano della Chiana Francesco Sonnati, i rappresentanti delle case automobilistiche, il direttore del Valdichiana Outlet Village Riccardo Lucchetti, il responsabile gestione Multi Outlet Management Italy Massimiliano Peron e il referente affari istituzionali Enel Toscana e Umbria Emiliano Maratea 

Valdichiana Outlet Village con Enel per il progetto Eva+: il pieno di energia in 20 minuti con ricarica veloce Fast recharge

Caricato Venerdì 20 Ottobre 2017 in AudioNews | 40 visualizzazioni

Leggi tutto: Valdichiana Outlet Village...

A.a.a. cedesi a zero euro società di calcio con 600 mila euro di debiti spalmati in 48 rate

Mauro Ferretti lascia l'Arezzo. Da subito. Causa crisi delle sue aziende, che vanterebbero numerosi crediti, anche con lo stato, l'imprenditore romano sacrifica la società amaranto. Arezzo affidata a Riccioli, incaricato di sondare l'esistenza di eventuali cordate, meglio se  aretine, interessate all'acquisto a zero euro. Che poi zero non è, visto che il nuovo acquirente dovrebbe farsi carico della situazione debitoria pari a 600 mila euro in 48 rate e costi di gestione annuale pari a 2 milioni di euro. Ferretti ha annunciato inoltre di avere pagato gli stipendi, ma non i contributi: in arrivo altri due punti di penalizzazione. Se non si fa avanti nessuno, è a rischio la stagione e all'orizzonte c'è il fallimento della società 

A.a.a. cedesi a zero euro società di calcio con 600 mila euro di debiti spalmati in 48 rate

Caricato Mercoledì 18 Ottobre 2017 in AudioNews | 60 visualizzazioni

Porta Sant'Andrea vince la 135^ edizione della Giostra del Saracino, stacca Porta Santo Spirito e incalza Porta Crucifera

Cinque e cinque dieci. Porta Sant’Andrea vince la 135esima edizione della Giostra del Saracino con due centri perfetti e porta in via della Gagliarde la lancia d’oro numero 36 dedicata all’architetto Dante Viviani, che all’inizio del Novecento realizzò la facciata del Duomo di Arezzo così come la vediamo oggi completando un’opera rimasta per secoli incompiuta. E’ stato proprio Sant’Andrea ad aprire la Piazza con Stefano Cherici che in sella all’esordiente Sibilla piazza un centro da manuale mettendo subito la Giostra in salita per gli altri tre quartiere. Elia Cicerchia in sella a El Chico non va oltre il 4, così come Gabriele Innocenti all’esordio in Giostra per Porta del Foro. Per Porta Crucifera è Filippo Fardelli in sella a Jessica, con cui ha corso anche a giugno, a correre la prima carriera, ma il giostratore rossoverde nell’impatto col Buratto perde la lancia e di conseguenza tutti i punti. Riparte Sant’Andrea e Enrico Vedovini copia il compagno di casacca centrando un altro 5. Di fatto i biancoverdi ipotecano la vittoria dato che solo una lancia spezzata potrebbe cambiare le carte. Gianmaria Scortecci in sella a Doc non va oltre il 4, stesso punteggio per Porta del Foro con Vernaccini. Anche il tiro di Andrea Carboni per Porta Crucifera si ferma sul 4. Con 10 punti Sant’Andrea torna a vincere dopo due anni (4 giostre) di egemonia gialloblù, l’ultima vittoria dei bianco verdi risale a settembre 2015. La Lancia d’Oro realizzata da Ugo Riva va a Sant’Andrea che sale così a 36 vittorie, una in meno di Porta Crucifera (37 vittorie) e sorpassa nuovamente Porta Santo Spirito (35 vittorie)

Porta Sant'Andrea vince la 135^ edizione della Giostra del Saracino, stacca Porta Santo Spirito e incalza Porta Crucifera

Caricato Lunedì 04 Settembre 2017 in AudioNews | 255 visualizzazioni

 

Il “Savoir vivre” toscano al Valdichiana Outlet Village: sabato 2 settembre Village Night con degustazioni, shopping e Paolo Belli & Band in concerto

Metti una sera con un’autentica stella della musica e della tv, aggiungi spettacoli acrobatici, musica e shopping, il tutto accompagnato da  una straordinaria selezione di  vini e birre artigianali: il risultato è “Village Night”, l’evento “corporate” delle 5 Land of Fashion (Palmanova Outlet Village, Franciacorta Outlet Village, Mantova Outlet Village, Valdichiana Outlet Village e Puglia Outlet Village), autentiche vetrine promozionali dei rispettivi territori di appartenenza con serate all’insegna di musica,  eccellenze enogastronomiche e shopping fino a tarda sera. Sabato 2 settembre “Village Night” approda nell’incanto di Valdichiana Outlet Village con la musica e l’energia di Paolo Belli & Band in concerto, evento impreziosito da degustazioni di vini toscani e nazionali, ottime birre, anticipato dagli sbalorditivi Steam by Sonics e seguito da musica di gran classe  

Il “Savoir vivre” toscano al Valdichiana Outlet Village: sabato 2 settembre Village Night con degustazioni, shopping e Paolo Belli & Band in concerto

Caricato Giovedì 31 Agosto 2017 in AudioNews | 104 visualizzazioni

Leggi tutto: Il “Savoir vivre” toscano al...

Minimo Mitteleuropeo: Arezzo Passioni Festival non è solo un altro mattone sul muro

Se un simile parterre di ospiti riuniti in cinque giorni lo trovi a Roma, Firenze o Milano, nella culturalmente sofisticata Parigi o nella rampante Berlino, non ti sorprendi. Ci sta. Se lo trovi ad Arezzo, poco più di centomila anime, aziende e banca fallite, sistema economico e sociale devastato per chissà quanti anni ancora, viene da chiedersi, come minimo, "come possa essere 'sta roba qui". Domanda legittima. Quindi devi guardare a chi è riuscito, con risorse non certo illimitate, fantasia, buona volontà, amici e sostenitori fedeli, ad organizzare un Festival con 14 eventi in 5 giorni, ospiti del calibro di Proietti, Leo, Abbate, Sacchi, Cristicchi, Fittipaldi, Lippi, Cerno e Capatonda, oltre a Insinna, mettendo a segno il record di pubblico per eventi simili, con più di 3mila spettatori. Per questi nomi e numeri, non è possibile considerare l'edizione estiva di Arezzo Passioni Festival, parafrasando i Pink Floyd,  come "solo un altro mattone sul muro".  Stavolta devi guardare alla costruzione nel suo complesso e ai suoi progettisti, ideatori ed organizzatori Marco Meacci e Andrea Scanzi: è dal loro incontro che nasce la risposta, forte, dirompente come mai prima, all'urgente richiesta di cultura di Arezzo, alla necessità di ascolto, confronto, dialogo e conoscenza, di un'intera città. Da questa grande volontà di Marco e Andrea, dalla loro passione, dalle loro capacità e conoscenze, patrimonio da non disperdere, anzi da preservare e sostenere, è possibile prendere spunto per ripartire, su tutti i fronti: Meacci e Scanzi, con Arezzo Passioni Festival, hanno indicato ad Arezzo la strada non più procrastinabile da seguire. Guido Albucci    

Minimo Mitteleuropeo: Arezzo Passioni Festival non è solo un altro mattone sul muro

Caricato Mercoledì 05 Luglio 2017 in AudioNews | 7660 visualizzazioni

Leggi tutto: Minimo Mitteleuropeo: Arezzo...

 

Live Streaming

On Air Caricamento...

 

Meteo Arezzo

 

Video della settimana